Legno lamellare - quello che non ti hanno mai detto



Con l’avvento del legno lamellare molti si chiedono se abbia ancora senso avere un magazzino di stagionatura del legno.
Infatti, il processo di realizzazione del lamellare rende i listoni molto più robusti e stabili rispetto a delle normali travi.
Inoltre è possibile farsi arrivare dei pacchi di lamellare in pochi giorni e iniziare la produzione di serramenti.
Quindi sembrerebbe che questa tecnica renda inutile avere ancora un magazzino della materia prima in cui far stagionare il legno per mesi prima di utilizzarlo.
Per questo motivo molti produttori di serramenti hanno eliminato completamente il magazzino del legno, visto che sembrerebbe soltanto un inutile immobilizzo di capitali.
Sembra tutto molto bello e più smart. 
Ma la realtà è che il magazzino del legno è ancora molto importante, anche per chi lavora con il legno lamellare.
I produttori che hanno eliminato il magazzino del legno devono arrangiarsi con le solite 2 o 3 essenze che usano tutti, sacrificando la qualità e guadagnando problemi.
Nell’articolo di oggi voglio dirti ben 3 motivi + 1 per scegliere un’azienda di serramenti che ha deciso di mantenere, e utilizzare regolarmente, il magazzino di stagionatura del legno (anche con il lamellare).

È tutto spiegato nell’articolo. Corri a leggerlo cliccando sul link qui sotto
A presto
Paolo

P.S. : Ho dimenticato di dirti che l’articolo è il PRIMO del blog della mia azienda madre, Mazzini Serramenti. Voglio utilizzare questo spazio per parlare ancora di serramenti, con un punto di vista diverso (non sempre focalizzato sul centro storico). Se ti va, lascia un commento o scrivimi per dirmi che ne pensi.

Caso studio: Può un’azienda specializzata in serramenti realizzare anche cassonetti e mobiletti?


Se leggi da un po’ di tempo il blog e le newsletter di serramenticentrostorico.it saprai che siamo specializzati nei serramenti in legno altamente personalizzati.
Ma oltre a progettare e produrre dei serramenti in legno adatti alle esigenze dei nostri clienti forniamo un servizio a 360°.
Questo non significa che facciamo solo le cose normali che dovrebbe fare un’azienda di serramenti, come il rilievo misure, produzione e posa. Cose che in realtà molte aziende delegano a ditte esterne.
Ma significa, per esempio, che se serve seguire le pratiche con la soprintendenza per avere il benestare per procedere coi lavori di ristrutturazione, abbiamo il reparto tecnico interno che può occuparsene, riuscendo a dare un servizio “chiavi in mano” al cliente finale.
E se occorre realizzare dei complementi che si adattino allo stile dei serramenti in legno, possiamo progettarli e realizzarli senza problemi.
Come nel caso di questo nostro cliente di Milano che aveva esigenze particolari e, oltre a richiederci dei serramenti adatti al suo palazzo vincolato dalla soprintendenza, aveva bisogno dei cassonetti, con misure e forme personalizzate, e di alcuni mobiletti da integrare agli infissi in modo che fossero un tutt’uno e seguissero lo stile del serramento.
Quando ti sostituiscono i cassonetti ti fanno mettere dei modelli standard che magari ti costringono ad effettuare opere murarie.
E, di solito, chi fa i serramenti non è in grado di fare anche i mobiletti e sei costretto a rivolgerti a un’altra azienda.
In questo caso il cliente non aveva altra scelta che chiamare noi e commissionarci tutto il lavoro.
Quindi:

  • 10 Serramenti in legno personalizzati simili agli originali, con accessori vari compreso il gocciolatoio in legno
  • 10 Cassonetti in legno con misure e forme personalizzate
  • 5 Mobiletti da ideare, realizzare e montare sotto alle finestre

Scopri perché il cliente non aveva altra scelta che rivolgersi a Mazzini Serramenti e leggi come abbiamo gestito questi lavori, cliccando sul link qui sotto

https://www.serramenticentrostorico.it/lavori/come-abbiamo-realizzato-10-infissi-in-legno-con-accessori-personalizzati-per-un-palazzo-storico-vincolato-dalla-soprintendenza/


A presto

Paolo Mazzini

Caso studio: Come abbiamo progettato e realizzato dei serramenti in legno altamente personalizzati















Da poco abbiamo concluso dei lavori in un palazzo signorile in zona Milano,

vicino al Parco Sempione e attaccato alla stazione ferroviaria di Cadorna.
Come puoi immaginare si tratta di una zona molto rumorosa.
Infatti ci è stato richiesto di realizzare dei serramenti in legno
con alte prestazioni acustiche.
Ma non è stato molto semplice.
In questo grande appartamento degli anni ‘50 erano presenti
15 serramenti in legno con caratteristiche molto particolari:
- avevano delle grosse cerniere in ottone, introvabili
- erano caratterizzate da profili molto stretti, adatti al singolo vetro
- le cornici dei vetri erano posizionate dalla parte opposta rispetto allo standard
3 di questi erano stati sostituiti qualche anno fa, ma la committenza non era soddisfatta perché erano diversi dagli originali.
Quindi voleva rifarli uguali identici, ma voleva prestazioni acustiche elevate, trovandosi davanti ad un importante nodo ferroviario.
Sono nati una serie di problemi, a partire dal rilievo misure che abbiamo dovuto eseguire senza poter smontare le finestre originali.
Inoltre abbiamo affrontato molte sfide, dalla ricerca delle cerniere, alla progettazione e realizzazione di tutto il sistema per renderlo uguale all’originale, ma molto performante.
Leggi come abbiamo fatto andando a questo link

A presto

Paolo Mazzini

Il produttore di serramenti non basta


Se hai a che fare con le ristrutturazioni di edifici storici,
sai quanto è insidiosa la sostituzione degli infissi.
Come sai non puoi distruggere i muri e rifarli da zero
per renderli adatti ai serramenti di nuova generazione.
Occorre adattare i nuovi infissi ai muri esistenti.
Al tempo stesso però, sono richiesti serramenti
con tutti i comfort moderni di isolamento termico e acustico.
Per ottenere questi comfort non si può mantenere
lo spessore dei serramenti originali del palazzo d’epoca.
Per quanto, i nuovi infissi, risultino esteticamente molto simili a quelli originali,
saranno sempre più spessi di quelli originali.
Quindi si noterà la differenza di spessore
quando verranno montati nel vano murario.
E se sono presenti dei manufatti in legno
che circondano gli infissi originali,
nasceranno altri impedimenti
che renderanno il lavoro esteticamente non rifinito.
A questo punto si vede se un’azienda
è davvero adatta a sostituire gli infissi nei palazzi storici:
sarà in grado di rifinire il lavoro
sistemando questi “imprevisti” dell’ultimo minuto?
Non basta affidarsi a un semplice produttore di serramenti e
nel nuovo articolo ti spiego il perché.

Clicca sul link qui sotto per leggerlo e
scoprire le caratteristiche di un fornitore di serramenti
adatto al centro storico.


A presto,
Paolo Mazzini

La paura più grande di chi cambia infissi

La paura principale di chi vuole sostituire 
le finestre in centro storico,
è quella di perdere la luce.


Il motivo deriva dal fatto che
le finestre degli edifici storici
hanno il telaio murato e “non rimovibile”.


Quindi, per non rovinare i muri, si evita
di rimuovere il vecchio telaio e lo si utilizza
come base per installare la nuova finestra.


Il problema è che, così facendo,
ti ritrovi con meno spazio per le nuove finestre e,
per forza di cose,
devi farti installare finestre più piccole di quelle originali.


Così ti ritrovi con meno superficie vetrata
su tutte le finestre e, di conseguenza,
meno luce in casa.


Tutti pensano che per poter sfruttare tutto lo spazio
della vecchia finestra,
occorre chiamare il muratore
per rompere i muri e far rimuovere il telaio,
con il rischio di perdere la storicità dell’edificio.


La realtà è che tutte queste paure
si possono evitare con 1 metodo molto semplice,
nel nuovo articolo del blog ti parlo proprio di
come non perdere la luce
quando sostituisci gli infissi in centro storico.


Clicca sul link qui sotto per leggerlo adesso.




A presto,

Paolo

Ecco gli Accessori che possono avere le finestre del centro storico

Se provi a cercare su Google difficilmente troverai informazioni utili sugli accessori delle finestre in centro storico.
Troverai sicuramente informazioni generiche sui serramenti, ma se vuoi andare più nello specifico e sapere come funzionano veramente le cose negli edifici storici devi per forza leggere il mio blog.
Infatti serramenticentrostorico.it è il primo e unico blog dedicato ai serramenti per centro storico.
Ma se mi segui già da un po’ lo sai bene e non c’è bisogno che io te lo ripeta.
Una cosa è certa. Un argomento su cui non ho ancora detto niente riguarda gli accessori delle finestre per centro storico.
Con “accessori” si intendono anche le maniglie, le persiane e la ferramenta, come sai, ma non ne parlerò per niente, perché se mi segui dall’inizio avrai capito bene come funzionano le cose nei palazzi storici quando si parla di serramenti.
Se hai ancora dubbi potrai toglierteli leggendo l’articolo di oggi.
Quindi vediamo realmente le cose che ci serve sapere per stare tranquilli anche in edifici vincolati dalla soprintendenza.
Tutto ciò che devi sapere sugli accessori lo trovi nel nuovo articolo cliccando sul qui sotto
Paolo Mazzini

Ecco il vero segreto per riconoscere un fornitore di serramenti adatto al centro storico


Hai presente quando passeggiando nei mercatini
vedi quelle opere d’arte in legno,
lavorate in ogni dettaglio e 
capisci subito che dietro ad ogni intaglio
c’è un lavoro fatto con passione e precisione
dalle mani di un artigiano?


Capisci subito che non può essere
stato fatto da una macchina, perché
ci sono troppi dettagli,
alcuni visibili solo da molto vicino.


Spesso si tratta di sculture che
raffigurano animali, che quasi sembrano veri.
Oppure tavolini, sedie o altri oggetti per la casa,
con tanti dettagli impossibili da riprodurre.


Ogni pezzo è unico e non ne esiste un altro uguale.


I serramenti del centro storico venivano
prodotti in questo modo, curando l’estetica e
tutto esclusivamente a mano.


Infatti, spesso non si trovano 2 serramenti uguali
in un’abitazione del centro storico.


Motivo per cui è spesso complicato
effettuare il rilievo misure se non hai esperienza
in centro storico.


Ma soprattutto, non esistevano
tutti gli aspetti tecnologici
riguardanti l’isolamento termo-acustico o
i meccanismi di chiusura.


Si tratta di invenzioni moderne.


Il problema dei serramenti del centro storico è che
non è così semplice riconoscere se sono veramente
serramenti del centro storico.


La cosa non è così evidente se non hai familiarità
con gli edifici storici.


Ma c’è una cosa in particolare che caratterizza
i serramenti del centro storico e
non te ne ho ancora parlato.


Si tratta di un dettaglio che può farti riconoscere
molto velocemente,
se un fornitore di serramenti è adatto al centro storico,
facendoti risparmiare molto tempo, fatica e soldi ed
evitare problemi causati da serramenti non adatti in
edifici vincolati dalla soprintendenza.


Sto parlando dell’Aria nei serramenti e
nel nuovo articolo del blog
ti spiego come può aiutarti a
riconoscere i serramenti adatti al centro storico,
senza avere più alcun dubbio sul
fornitore da scegliere per la tua prossima ristrutturazione.


Clicca sul link qui sotto per leggerlo subito.


https://www.serramenticentrostorico.it/serramenti-aria-4-il-vero-segreto-per-essere-sicuro-che-il-tuo-fornitore-sia-adatto-al-centro-storico/


A presto
Paolo Mazzini

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!