Quale legno scegliere per i tuoi serramenti? Mazzini Serramenti te lo spiega!



Stai comprando infissi in legno? Vuoi capire se è davvero un buon legno quello che ti hanno proposto? Oppure sei un tecnico e vuoi avere delle informazioni più precise sul tipo di legno che deve essere scelto?

In questo articolo, Mazzini Serramenti ti vuole guidare, attraverso una piccola classificazione, circa il tipo di legno che si può scegliere per costruire serramenti. Certo le tipologie di materiali da poter usare sono davvero tante, ma il legno è l’ opzione preferibile laddove si tratta di intervenire in una residenza di pregio ed è una scelta obbligata nei centri storici.

I legni di pino e quello di abete sono i legni più utilizzati e più economici. Oggi vengono lavorati dopo essere trasformati in lamellare, eliminando così tutta una serie di svantaggi, quali la presenza di grossi nodi che possono emettere resina, nonchè andando a compensare una di per sé scarsa stabilità strutturale.

Questi tipi di legni, una volta, potevano essere usati soltanto dopo che erano stati perfettamente stagionati e attentamente selezionati, altrimenti rischiavano di imbarcarsi: oggi il lamellare risolve (in parte) il problema, poiché una breve stagionatura è comunque importante e fondamentale ai fini della selezione.

Si tratta di legni morbidi, dalla venatura abbastanza larga e ciò li rende meno resistenti meccanicamente rispetto ad altri tipi di legno. Si possono quindi ammaccare più facilmente, possono portare dei vetri meno pesanti e sono più sensibili alle variazioni di umidità, con una maggiore possibilità di dilatazione.

Sono poi legni molto leggeri: le loro proprietà termiche sono quindi maggiori. 

La più bassa conducibilità del calore, soprattutto nel caso dell’ abete, li rende particolarmente adatti a costruire serramenti ad alto isolamento termico.

Attenzione però al legno con giunzioni a pettine, che potrebbero, nel lungo periodo, per problemi di dilatazione, andare a segnare la vernice, peggiorando la durata dei serramenti. Per tale motivo, devono essere trattati ottimamente in fase di verniciatura, e laddove la vernice si intacchi, un intervento repentino si rivela fortemente necessario per ripristinare la stabilità.

Poi ci sono i legni di larice e di douglas. Molto pregiati, il larice è presente anche nelle nostre montagne, mentre il douglas proviene dalle foreste del Nord America. Quest’ultimo era molto utilizzato negli anni '60 - '70, grazie alle sue eccellenti proprietà di isolamento termico e resistenza agli agenti atmosferici. Il larice viene oggi usato più spesso, trasformato anche esso in lamellare prima di costruire gli infissi. Questo processo,  come abbiamo già detto, ha eliminato alcuni problemi riguardanti nodi e stabilità.

La fibra è più dura, maggiore la resistenza meccanica: sono legni che reagiscono meno alle variazioni di umidità e mantengono buone caratteristiche termiche. Questo li rende adatti a serramenti ad alto isolamento acustico oppure anti infrazione.

Se proprio vogliamo trovare un difetto a questi legni, posiamo dire che ci possono essere piccole emissioni di resine. Resina che comunque aiuta il legno ad auto-proterggersi. Ecco perchè questi legni hanno un’ ottima resistenza alle intemperie anche se non vengono trattati.

Pertanto, anche se c’è una minor cura dei serramenti e la vernice va a deteriorarsi, non c’è nessuna preoccupazione di un intervento urgente: questo tipo di legni non si degrada così facilmente!

Si tratta di legni di ottima qualità e pregio, con una venatura sottile. Presentano inoltre un' ottima trasmittanza a livello termico. 

Infine, i legni di rovere e castagno. Sono i legni più pregiati e anche costosi, tradizionalmente usati nei palazzi di maggior prestigio, quelli storici. Sono i migliori per costruire serramenti: molto duri e pesanti, ottima resistenza meccanica e ottima resistenza alle intemperie.  

Portano vetri molto pesanti e sono ottimi per costruire serramenti molto grandi e/o anti infrazioni. Permettono poi un elevatissimo isolamento acustico. 

Questi legni sono, tuttavia, un po' meno efficienti dal punto di vista termico. Sono duri e hanno bisogno pertanto di una lunga stagionatura, nonostante la lavorazione lamellare sia importante prima di utilizzarli per costruire serramenti.

La venatura estremamente fine li rende molto gradevoli sia per essere laccati, dando, soprattutto per il rovere, l’ effetto a poro aperto; molto molto belli se mordenzati, o possono essere tinti con tinte a olio per dare un aspetto più rustico e naturale.


Poi, ci sono anche altri tipi di legno, come quelli appartenenti alla famiglia dei moganoidi, che comprendono tante tipologie, che pur assomigliandosi, hanno caratteristiche diverse fra loro..... ma di questo parleremo prossimamente.


Allora… la nostra piccola classificazione ti è stata di aiuto? 

Sei interessato ad una particolare essenza legnosa? 

Non dimenticarti di andare a vedere:


1) il nostro articolo sul nostro sito principale, che è mazziniserramenti.it.

2) il nostro video sull' argomento.

 

Vuoi più informazioni? Scrivici!

Nessun commento:

Posta un commento

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!