Qual' è il materiale migliore per costruire serramenti? Mazzini Serramenti te lo spiega!


Ti sei mai chiesto quali sono i materiali più usati per costruire i serramenti?

Probabilmente la tua risposta sarà immediata: "le finestre si costruiscono in legno, alluminio, acciaio e pvc!". Sì, perché TUTTI parlano dell' argomento, consigliandoti circa il miglior materiale da usare, ma NESSUNO te ne illustra, in modo chiaro, le caratteristiche. 

Quando è preferibile usare un materiale piuttosto che un altro, in base ai suoi pregi e difetti?

Noi di Mazzini Serramenti vogliamo, in questo articolo (di cui trovi un' altra versione, ancora più completa qui), darti qualche informazione che può tornarti certamente comoda, anche nel caso in cui tu sia già un esperto del settore! 

Iniziamo!

1. IL LEGNO

Il legno è (come capirai bene) il materiale a cui siamo più affezionati! 

Ma è anche quello più utilizzato, nella storia dei tempi ed oggi, continua ad essere molto diffuso sopratutto nelle costruzioni residenziali e negli edifici del centro storico. 

Si tratta di un materiale caldo” e “confortevole”, ottimo isolante a livello termico nonchè acustico, dotato di grande resistenza meccanica (che lo rende adatto anche a costruire serramenti di grandi dimensioni e a supportare grandi vetrate) nonchè di grande malleabilità. 

Tuttavia, il legno abbisogna comunque di stagionatura e selezione, e, pur non dovendo necessariamente subire la preventiva trasformazione in lamellare, ha bisogno, ad ogni modo, di trattamento, per evitare il naturale deterioramento nel tempo. 

Possiamo certamente dire quindi che per il legno la manutenzione è fondamentale. 

Questo è un difetto? Per noi di Mazzini Serramenti, in realtà, no. Il legno può essere ripristinato, e, per mezzo una cura attenta e scrupolosa, è un materiale che può vantare una durata nel tempo praticamente eterna.

Nessun altro materiale ti garantirà le stesse performance, in questo senso! 

2. L' ALLUMINIO

L’ allumino è un materiale leggero e resistente meccanicamente, molto utilizzato negli edifici commerciali ed industriali grazie alla sua velocità di produzione. 

Idoneo a costruire dei serramenti che hanno dei telai molto piccoli, come le grandi vetrate scorrevoli, ma anche per quelli di grandi dimensioni, o che necessitano di particolari capacità strutturali. Inoltre, se verniciato bene, non marcisce

Attento però. Questo non equivale a dire che non imbruttisce: se esposto alla luce solare, può anch' esso cambiare colore e degradarsi!

Si tratta poi di un materiale esteticamente meno confortevole del legno. Le sue prestazioni termiche sono inferiori a quelle degli altri materiali: caratteristica questa che rende necessari sia un trattamento di "taglio termico"sia l' installazione di tripli vetri, più pesanti. 

Essendo un buon conduttore, poi, è letteralmente “bollente” in estate, trasmettendo anche all’ interno dell' abitazione il suo calore.

 3. IL PVC

Ma passiamo al PVC. Si tratta di un materiale plastico derivato dal petrolio, molto economico, usato spesso in ambito residenziale e in tutte quelle situazioni dove non è richiesto un particolare pregio dei serramenti. 

La facilità e la velocità di lavorazione rendono tempi di consegna dei serraementi in PVC molto rapidi.

Con il PVC, però, non è possibile costruire serramenti molto alti, oppure quelli ad anta singola di ampia superficie. In più, i profili non sono personalizzabili. 

Ha un buonissimo isolamento termico ma scarsa resistenza meccanica: infatti, spesso è necessario rinforzare la struttura del serramento con dei profili di acciaio, o in tempi più recenti, si è avanzata la prassi di usare quelli in resina. 

Il PVC non necessita di manutenzione. 

Stai attento però. Il fatto che non necessita di manutenzione vuol dire anche che i serramenti non possono essere più riverniciati e ripristinati: è allora davvero un materiale così comodo?!

4. L’ACCIAIO

L’ acciaio è il materiale meno diffuso, tra tutti, e viene usato soprattutto quando si rende necessario costruire telai molto sottili, tipici di quelle situazioni dove si presenta la necessità di raggiungere dei valori di anti effrazione molto elevati (ad esempio nella riqualificazione dei palazzi storici).

L' acciaio ha una grande resistenza meccanica, è adatto ad essere usato anche laddove si richiedono superfici molto ampie e può essere personalizzato. 

Sicuramente, però, è difficile da lavorare e molto pesante, richiedendo quindi meccaniche adeguate. Inoltre, presenta un basso isolamento termico e per raggiungere alte prestazioni, necessita dunque di vetrazioni abbastanza importanti.

5. I MATERIALI MISTI

Un breve cenno poi va fatto ai materiali cosiddetti “misti”, cioè quelli che derivano dall’ unione di 2 materiali come legno-alluminio, pvc-allumino, legno-acciaio. Essendo un argomento abbastanza vasto, ti interesserebbe un articolo a se', sulla tematica? Faccelo sapere!

Non dimenticarti di leggere il nostro articolo sul sito di Mazzini Serramentihttps://tinyurl.com/ybm3yypy 

Qui invece trovi il nostro video! https://tinyurl.com/yd9gr6wp


Non solo! Facci sapere anche se ti abbiamo aiutato a fare un po’ di chiarezza circa il materiale migliore da usare per costruire i tuoi serramenti!  E se vuoi un parere di un'esperto, siamo qui per te!

Scrivici a info@mazziniserramenti.it!

Nessun commento:

Posta un commento

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!