Porte tamburate e porte massicce: qual è la differenza?


Poco tempo fa chiaccheravo con un cliente il quale sosteneva che non ci possono essere porte tamburate di qualità perchè “le porte tamburate sono vuote”, perciò "una buona porta può essere solo massiccia".
Credo si debba fare un po’ di chiarezza sull’argomento visto che, facendo qualche domanda in giro, ho scoperto che nel linguaggio comune porta tamburata è sinonimo di porta scadente, di bassa qualità.  Per qualità intendo porte durevoli, stabili e resistenti alle variazioni di umidità e calore.

Le porte tamburate sono le più diffuse sul mercato. Il nome deriva dalla struttura: il tamburato, ovvero un telaio perimetrale che contorna una struttura alveolare interna controplaccata da pannelli,  il tutto è poi ricoperto. La copertura può essere fatta in vero legno pregiato, così da avere una porta impiallacciata, oppure può essere ricorperta da un sottile laminato melaminico (plastica!!) che imita la venatura del legno o una laccatura.
Se vengono utilizzati materiali con le giuste proprietà di resistenza meccanica e resistenza all'umidità, la struttura tamburata è ideale per costruire una porta perchè è allo stesso tempo resistente e leggera.

Le caratteristiche di una buona porta tamburata sono:
  •  il telaio perimetrale in legno massello non impiallacciato per dare più resistenza e pregio alla struttura della porta. Questa è una caratteristica delle porte artigianali.
  • L'utilizzo di legno d'essenza pregiata (rovere, noce, ciliegio) per l'impiallacciatura della   porta.
  •  La verniciatura fatta con prodotti resistenti agli urti e ai graffi.

Le porte in legno massiccio per avere la stessa resistenza e stabilità di una buona porta in tamburato devono essere costruite:
  • Con una struttura listellare dove la parte centrale è formata da listelli di legno massello e le facce del pannello sono fatte da legno pregiato.
  • L'assemblaggio deve essere fatto prima della verniciatura con spinotti di legno e non con viti a serraggio meccanico, per evitare movimenti di torsione quando si apre e si chiude la porta.
  • Durante la lavorazione è necessario far stagionare la struttura listellare per evitare    deformazioni della porta installata.
  • La sezione delle parti verticali e orrizzontali (montanti e traversi) deve essere di almento 12cm per compensare il basso spessore e aumentare la resistenza della porta.

Si dovrebbe evitare porte completamente in massello soprattutto se costruite con legni esotici perchè, molto probabilmente, una volta installate, le porte si piegheranno e non sarà più possibile chiuderle bene.
Rispetto ad una porta impiallacciata, a parità di materiali, la struttura risulta più pesante, mentre stabilità e robustezza sono equivalenti. Il costo invece è un pò superiore.

Per questi motivi la struttura tamburata, se costruita utilizzando materiali adeguati e dimensionando adeguatamente le componenti, permette di costruire porte leggere, resistenti e stabili e, nello stesso tempo, avere un prezzo più conveniente rispetto ad una porte in legno massello. La resistenza e la durata non sono differenti da quelle delle porte massicce e un’azienda attenta ai dettagli potrà garantirvi un risultato finale di valore estetico assolutamente identico tra i due tipi di porta.

Sul mercato esistono porte completamente in legno massello, anche a basso costo, ma è sconsigliata l'installazione perché, per contenere i costi, esse vengono costruite con legni esotici poco stabili. Questi tipi di legno portano, poco dopo l'installazione, alla deformazione dell'infisso, problemi sia estetici che funzionali, come difficoltà nella chiusura, attrito con il pavimento e/o gli stipiti, oppure crepe.

Se non si vuole investire un budget abbastanza elevato per un lavoro artigianale con materiali garantiti, è meglio quindi optare per una buona porta tamburata impiallacciata, con materiali di qualità (di cui è sempre consigliabile chiedere provenienza e trattamenti eseguiti per la stabilizzazione del legno), così da evitare spiacevoli sorprese e con la tranquillità di avere un prodotto duraturo e sempre funzionale.

Prossimamente vi dirò quando è preferibile usare una porta tamburata e quando è meglio usare una porta in legno massiccio listellare.

Scrivete pure cosa ne pensate nei commenti qui sotto, oppure per maggiori informazione puoi mandarmi direttamente una mail all'indirizzo info@mazzini-serramenti.it oppure puoi cliccare qui

7 commenti:

  1. Senza offesa ma le porte in legno massiccio sono di gran lunga migliori, la stabilità è maggiore, la resistenza all'umidità è superiore e le torsioni di cui si parla in questo post, non sono mai state riscontrate. La resistenza all'urto è molto superiore nel massiccio per non parlare poi del prestigio e sensazione di qualità al tocco e robustezza. Il tamburato va bene se l'unica cosa che conta è il costo, per il resto... non c'è paragone.

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te! Le porte in legno massiccio sono migliori a patto che siano costruite bene, con i materiali adatti e utilizzino legno stagionato. Lo scopo di questo post era quello di far capire che esistono anche porte tamburate per interni di ottima fattura che rispondono benissimo alle esigenze di robustezza ed estetica di molte abitazioni. Inoltre sottolineare che una porta in legno massiccio se costruita male, utilizzando materiali inadatti, legno non stagionato non è sempre migliore di una porta con struttura tamburata di ottima fattura. Naturalmente è un discorso fatto in linea generale senza analizzare nello specifico la produzione di nessuna ditta in particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei sapere se c'è una differenza di insonorizzazione tra le porte in massiccio, tamburate, o impiallacciate. Mi immagino che le porte in massiccio abbiano una capacità di insonorizzazione molto maggiore delle altre porte. E' vero?

      Elimina
    2. Non è detto che una porta in legno massiccio sia più insonorizzante di una porta tamburata. Le porte insonorizzate sono costruite con struttura tamburata utilizzando componenti pesanti ed ad alto isolamento acustico. Per aumentare l'isolamento acustico di una porta è necessario il profilo della porta sia dotato di guarnizioni su tutti e quattro i lati.

      Elimina
  3. Io volevo solo chiedere una cosa ma le porte laccate della garofali sono impiallacciate? e sono di buona fattura?

    RispondiElimina
  4. io ho acquistato un appartamento dove mi dicevano che le porte interne erano in legno massiccio invece all'interno si vede del truciolato. Che tipo di porta è? Io penso che non sia legno massiccio

    RispondiElimina
  5. Ciao...a noi hanno proposto le porte della Ferreo Legno linea Equa queste: http://www.ferrerolegnoporte.it/porte/collezioni/equa/45/equa/legno/trame-bianco#dettaglio
    Cosa ne pensi? Sono buone?

    RispondiElimina

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!