Legno lamellare o legno massiccio?

Ma è proprio vero che un bel serramento deve essere fatto per forza in legno lamellare?
Leggendo su internet tutti dicono che il legno lamellare è il miglior legno del mondo...
Spesso anche molti venditori ripetono e ripetono questo concetto.
Tanti dicono che un serramento di pregio può essere solo di legno lamellare..
Ma nessuno spiega mai che cos'è il legno lamellare e perchè si utilizza.

Prima rispondiamo alla domanda: cos'è il legno lamellare?
 

Il legno lamellare si ottiene incollando tre lamelle di legno essiccato una sopra l'altra formando un singolo travetto. Non è un tipo di legno. Tutte le essenze legnose possono essere trasformate in legno lamellare. Il vantaggio qual è? Le tensioni interne a ogni tavoletta, che tendono a deformarla, si annullano. Il pezzo sarà così più stabile.
Dicevamo prima che molti affermano che il legno lamellare è sicuramente migliore. Si ma migliore rispetto a cosa? Rispetto a del legno poco o per niente stagionato? Sicuramente sì! Perchè per chi usa legno non stagionato, il lamellare è l'unico modo per costruire serramenti che funzionino in modo decente.

E allora quali sono i motivi per cui si usa il legno lamellare?
Se si utilizzano tipi di legno che per loro natura tendono a deformarsi, come il mogano, sarà necessario per forza utilizzarli in forma lamellare, perchè altrimenti da legni super resistenti si costruirebbero serramenti indistruttibili, ma che non isolano perchè si piegano e non chiudono ermeticamente, lasciando passare spifferi, umidità,..

Se si utilizza legno che per sua natura ha i nodi come l'abete e il pino e non si vuole produrre tantissimo scarto allora si deve usare il lamellare.
Quando all'interno della falegnameria non esiste del personale in grado di selezionare le tavole di legno secondo il loro uso, non è possibile utilizzare legno massiccio per costruire serramenti perchè molto probabilmente ci saranno problemi di imbarcamento degli infissi dovuti anche ad una errata selezione del legno. Anche in questo caso sarà preferita la soluzione del lamellare.

Se si vogliono fare serramenti con legno di bassa qualità (che normalmente si dovrebbe scartare o impiegare per parti minori!) e si vuole spacciare per legno pregiato..spesso purtroppo si usa il lamellare.

Quando invece si può fare a meno del lamellare e si riesce ad ottenere un legno massiccio stabile?
Se faccio stagionare il legno in magazzino non è necessario utilizzare il legno lamellare perchè il legno si è già "mosso" nel periodo di stabilizzazione in magazzino. In questo modo infatti ho fatto adattare il legno al nostro clima, così poi non subirà successive deformazioni una volta che è già stato utilizzato per costruire. Occhio però a non usare un'essenza soggetta a deformazioni, altrimenti dovrò per forza usarlo in lamellare.

Se uso essenze super stabili come il douglas o l'hemlock e le faccio stagionare con l’apposito procedimento non devo usarle in lamellare per avere delle finestre che non si piegano.
Quindi diciamo che il legno se messo in lamellare è sicuramente una buona cosa, ma molto spesso questo procedimento è usato solo per poter utilizzare legno di minore qualità oppure abbreviare passaggi essenziali per la stagionatura e la produzione.
Una cosa importante. Usare legno lamellare non significa che non serve stagionatura. In realtà qualsiasi legno è soggetto a movimenti dopo che è stato tagliato. Il lamellare è una lavorazione che limita i movimenti. Per esperienza è sempre meglio far stabilizzare anche il legno lamellare. Ho visto travetti di lamellare piegarsi come se fossero di legno massiccio con venatura storta.

Tutti gli accorgimenti di stagionatura sono dati per limitare al massimo l'imbarcamento del legno che può compromettere la funzionalità di un serramento.

Utilizzare legno massiccio sicuramente richiede più capacità nel selezionare il legno e la volontà, lo spazio e il tempo di fare stabilizzare il legno in magazzino.

Come abbiamo visto il legno lamellare è necessario per alcune specie legnose, quando voglio ottimizzare i costi perchè permette di ridurre al minimo gli scarti, e anche quando si producono pezzi di particolari dimensioni. Ma non è sempre la soluzione migliore.

Voglio dire che un serramento di pregio non deve essere fatto per forza in legno lamellare.
Se gli infissi sono prodotti da un'azienda che:
·         utilizza legno di un'essenza stabile
·         seleziona le tavole prima di lavorarle
·         le stagiona nei modi e tempi adeguati
avremo sicuramente un serramento più di pregio rispetto ad un serramento in legno lamellare.
Il legno lamellare è usato soprattutto da chi non ha il magazzino per stagionare il legno, da chi non sà o non vuole selezionarlo, da chi non vuole scartare il legno che non và bene.

Se hai delle domande oppure non sono stato esauriente in sull’argomento trattato utilizza il form dei commenti o contattami e saprò darti maggiori informazioni.

Se vuoi saperne di più sul legno utilizzato nel fare serramenti clicca qui

8 commenti:

  1. ciao, ho visto che dici che il mogano massiccio non è adatto ad essere usato per infissi, io ho appena ricevuto un preventivo di un falegname che assicura di usarlo ben stagionato e che quindi non da problemi.In alternativa offre castagno di provenienza (amiata) stagionato da lui 7/8 anni.Mi sai dare un consiglio?
    Ciao e complimenti per il blog interesante
    Fabio

    RispondiElimina
  2. Di che tipo di mogano stiamo parlando? Esistono diverse essenze diverse che vengono chiamate mogano ma poi risultano essere legni diversi: Meranti, Niangon, Sapeli...Alcune essenze come il Niangon se ben stagionate non dovrebbero avere problemi sempre che chi si occupa poi del taglio e della profilatura sia sufficentemente esperto. Il castagno è un ottimo legno, tra i migliori per costruire infissi.

    RispondiElimina
  3. Grazie per i suggerimenti. Non ho idea di quale mogano parliamo, purtroppo per chi non è del ramo (cioè i clienti) è difficile districarsi fra tante proposte tutte così diverse. Ognuno assicura e argomenta che la sua è la migliore, io ho altre offerte in pino massello, in PVC il meglio del mercato secondo chi le propone...
    Comunque grazie al tuo blog ho capito qualcosa di più...
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Purtroppo come mi stai dicendo chi non è del ramo non riesce a orientarsi nella giungla di "chiacchere" fatte dai vari venditori..
    Se vuoi degli infissi di valore il mogano e sopratutto il castagno sono senza dubbio legni di maggior pregio rispetto al pino. L'importante che sia stagionato e venga verniciato a "regola d'arte".
    Per quanto riguarda il pvc puoi leggere l'articolo http://parliamodiserramenti.blogspot.it/2013/04/quello-che-nessuno-dice-sulle-finestre-PVC.html

    RispondiElimina
  5. Buongiorno, mi trovo parzialmente in disaccordo con alcune affermazioni.
    il lamellare è sempre migliorativo delle prestazioni del legno, anche essenze che in genere si usa il massello.
    è migliorativo perché è stabile e sicuramente essiccato, perché l'essiccazione viene eseguita su spessori sottili, soprattutto se si eseguono serramenti di spessore finito 78-92 mm. come in uso ultimamente.
    inoltre la migliore essiccazione, evita gran parte dei problemi in verniciatura.
    pertanto il lamellare è da considerare sempre un plus nel serramento
    Alessandro Nart

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo commento e ottima precisazione! Questo mi permette di sottolineare il messaggio dell'articolo: non basta semplicemente utilizzare un legno lamellare perché un serramento sia di pregio e valore. Per avere vero valore deve utilizzare un essenza stabile per natura, il legno deve essere essiccato, stagionato, poi selezionato, adeguatamente levigato e stuccato prima e durante la verniciatura.
      Poi se quel legno lo voglio utilizzare in lamellare ben venga!! Ottimo!! Sicuramente miglioriamo le prestazioni meccaniche del legno.
      Questo lo insegna la natura e i secoli di esperienza della lavorazione del legno che l'uomo possiede.
      Purtroppo vedo tra i costruttori d'infissi che si utilizzano essenze poco pregiate, non stabili di loro natura. Il legno acquista e appena scaricato dal camion viene subito lavorato, senza eseguire un minimo di stagionatura senza nessuna selezione, viene levigato grossolanamente solo prima della verniciatura.
      Fanno passare per infissi di pregio solo per il fatto che siano in legno lamellare dimenticando che un infisso è di pregio se la materia prima è lavorata seguendo tutti i passaggi appena descritti sopra indipendentemente che poi sia di legno lamellare o meno.
      Quando si producono serramenti di grande spessore diventa obbligatorio utilizzare il lamellare. Anche perché sul mercato è più difficile trovare spessori grezzi massicci adatti a produzioni da 92mm. Ma stiamo parlando di piccolissime percentuali sul totale di finestre in legno prodotte in Italia.
      Secondo me non è corretto dire che una finestra costruita in pino lamellare giuntato non stagionato,levigato è più pregiata e più di valore rispetto a una prodotta in douglas o in rovere essiccato, stagionato, selezionato e levigato con la massima cura.

      Elimina
  6. Ciao,
    vorrei un consiglio: ho chiesto due preventivi per i serramenti di casa. la parte finestre fondamentalmente è identica. La parte persiane invece, non è comparabile in quanto mi vengono offerte due soluzione diverse: la prima usando "massello" e la seconda usando "lamellare". La prima soluzione prevede un costo esattamente doppio della seconda. A domanda, mi viene risposta che la scelta di massello per le persiane è srategica in quanto la soluzione lamellare è di minor pregio poichè essendo le persinae esposte alle intemperie si scollerebbero e di conseguenza durerebbe molto meno. Cosa ne pensate? grazie

    RispondiElimina
  7. Complimenti per l aricolo grazie .

    RispondiElimina

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!