POCA MANUTENZIONE per i serramenti in legno...è possibile?

-->

Qualche giorno fa un cliente mi raccontava allarmato di un suo vicino di casa,  alle prese  con la riverniciatura di finestre acquistate solo pochi anni fa. Un'operazione faticosa… e se non viene svolta a regola d'arte c’è anche il rischio di dover rifare il lavoro dopo qualche anno.  Spesso sento dire che gli infissi in legno hanno bisogno di molta manutenzione, che marciscono, che si rovinano e abbruttiscono dopo poco. Sapendo che non è assolutamente così non mi resta che controribattere ogni volta, spiegando che non è necessario riverniciare gli infissi dopo poco anni, come dice l'esperienza comune.
Se avrai voglia di leggere queste righe, ti spiegherò esattamente come sono costruite finestre in legno in grado di non rovinarsi per molti anni, tanto che esistono finestre di 100 anni ancora perfettamente funzionanti.
Come deve essere costruito un infisso in legno per avere una lunghissima durata?
-Essere costruito con legno stabilizzato. E’ fondamentale che il legno, prima di essere utilizzato, debba passare qualche mese accatastato in magazzino. In questo periodo si adatterà al clima nel quale il serramento verrà installato. Per questo motivo, se si desidera un serramento durevole e stabile, non acquistare serramenti costruiti in aree climatiche diverse da dove verrà costruita l’abitazione perchè il legno si adatterà solo quando sarà già installato nelle abitazioni. 
Questa operazione è importante sia per gli infissi costruiti in legno massiccio, sia per quelli in legno lamellare, poichè anch'esso ha bisogno di stabilizzarsi per non subire successive deformazioni o spaccature.
-Ogni singolo pezzo che compone il serramento finito deve essere selezionato da persone che conoscono tutte le proprietà del legno, per la funzione che deve svolgere o per la dimensione del serramento che si deve costruire. Infatti parti diverse del legno devono essere usate per scopi diversi.
-Il legno una volta profilato deve essere analizzato da un addetto che stucca le imperferzioni, incolla i nodi (se è stato scelto un legno con nodi) e incolla le fessure togliendo tutti le piccole imperfezioni che il legno ha per sua natura, essendo un materiale vivo.
-La verniciatura deve avvenire in più fasi: bisogna innanzitutto trattare il legno con dei prodotti conservanti, in modo da non correre il rischio di un attacco da parte di funghi o muffe già presenti nel legno. Prima di proseguire il trattamento di verniciatura è necessario che il prodotto sia completamente inerte. I prodotti utilizzati nel processo di verniciatura devono essere testati per una resistenza di almeno 10 anni.
-Una volta che i serramenti sono  installati è consigliabile pulirli con acqua almeno 2 volte all'anno.
-Consigliamo inoltre che l'azienda che installa i serramenti sia la stessa che esegue la verniciatura, così che  potrà rispondere direttamente degli eventuali difetti di verniciatura che possono presentarsi.
Se i serramenti esterni sono prodotti in questo modo possiamo essere sicuri che la loro durata possa essere superiore ai trent'anni. Tutte le operazioni descritte sono svolte per evitare rotture del film di vernice, le quali possono portare al veloce degrado della stessa.
Devo sottolineare però che non tutti i costruttori seguono questa politica  perchè le operazioni che sopra descritte, fondamentali per garantire una lunga durata, incidono parecchio sul costo finale di un serramento.

Se avete domande o volete dare la vostra opinione su ciò che ho scritto nell'articolo lasciatelo nei commenti.

Torna al sito Mazzini Serramenti

Torna al sito Mazzini Serramenti

Nessun commento:

Posta un commento

Scarica la guida

Scrivi qui sotto la tua email per ricevere la guida nella posta elettronica
Email *

I tuoi dati sono al sicuro. No spam!